mercoledì 25 dicembre 2013

Ops, I think I've just killed Santa.


And so, once again Christmas has arrived. With all the rites more or less pleasant that can turn around these holidays: stress of gifts, tree decorating (with the drama about the lights explosion),  lunch/dinner  prepairing as if it were the last one and tomorrow the Earth will live an episode of apocalypse now or the glaciers melt or even aliens invading our homes depriving us by refrigerators ...(well I think you’ve got it, a lot of stuff), hours spent calling friends and relatives for the best wishes, the choice of dress with its connected question: booties to be comfy or "I will suffer heels formula" but it can be done.

E così, anche questo giro natale è arrivato. Con tutti i riti piu’ o meno piacevoli che possono girare intorno a queste feste:  stress del regalo, decorazione dell’albero (con relativo dramma delle lucine che si fulminano), preparazioni  della cena /pranzo sempre come se fosse l’ultima e domani la terra subisse un episodio di apocalypse now o i ghiacciai si sciogliessero o ancora gli alieni invadessero le nostre case privandoci dei frigoriferi...(insomma avete capito, un sacco di roba), le ore passate a chiamare amici e parenti per gli auguri, la scelta del vestito con relativo quesito: scarpe basse vado sicura o la formula "soffriro’ ma si puo’ fare".





And then I him: Santa Claus. Best friend of Christmas gadgets, daydream of children behind the sofa waiting for his arrival, bulky suit for the relative who lays itself to the play the tired walk, of who brought gifts around the world. And then what? The next day everything inside the magic box; hat, beard and belly, along with Panettone and some good purpose.

E poi ce lui: Babbo Natale. Amico dei gadget natalizi, sogno ad occhi aperti di bambini dietro al divano che aspettano il suo arrivo, ingombrante vestito per il sorteggiato parente che si presta alla camminata affaticata di chi, giustamente è stanco di avere portato i regali in tutto il mondo. E poi? Il giorno dopo tutto dentro la scatola magica; cappello, barba e pancia, insieme ai panettoni, qualche buon proposito.





Yet Santa, I still do believe you and I wait for you again next year. Oh and remember to bring that Boy Chanel I was talking about in the letter, and do not say that you haven’t seen it well, because I know you went for laser  surgery ;) Merry Christmas.

Eppure Babbo, io a te credo e ti aspetto anche l’anno prossimo. Ah e ricordati di portarmi quella Boy Chanel di cui parlavo nella lettera, e non dire che non hai visto bene, perchè so che hai fatto il laser ;) Buon Natale.


I was wearing:

Top (vintage) Dolce e Gabbana Jeans
Shorts and Blazer: Zara
Chanel mini Flap (borrowed from my friend Grazia, thanks)
Shoes: Trabattoni  heels / Top shop booties
Hat: & Other Stories
Necklace: Tiffany key