domenica 11 agosto 2013

Miguel not Wtf



 
 
 
I'll never stop saying that if we don't get anymore affective to products is because more and more we take for granted their existance without telling the story that gives them life. Like when you go to an exhibition hosted by a totally unknown artist and you go like "Cool!" and think "Wtf?!", maybe in front of 4 sketches that makes your mind continue: "Yeah right, I could have done that". I'm not one of those of say, ok then Diy, but one of those that say, maybe listen to his story, browse bakwards few pages that maybe you could figure out better why a red brushed on that canvas made sense.

 
Non finirò mai di dire che se non ci si affeziona più a i prodotti è perchè troppo spesso se ne da scontata la loro esistenza senza raccontare dietro la storia che li anima. Un po' come andare a vedere una mostra di un perfetto sconosciuto e dire "Bello!" e pensare "Boh?!", magari davanti a 4 schizzi in croce che ti fanno proseguire: "Si vabbé, questo l'avrei fatto anch'io". Io non sono una di quelle persone che dice, ok allora fallo tu, ma di quella che dice, magari ascolta la sua storia, sfoglia qualche pagina indietro che forse riuscirai a capire meglio perchè una pennellata di rosso in quel quadro aveva senso.
 
 
 
When we have designed this tap it wasn't that easy make understand that those uncommon shapes didn't come from that Wtf, but that represented for us a way to escape from those minimal lines that where protagonists of the bathroom living panorama.
Searching for a liking shape, with a strong character but keeping a simple profile we came up with Carmencita, "prima donna" of Lavazza, and part of a clever animated puppets created by the crew of Armando Testa back on 1965, among which her lover Caballero, that with the line " Carmencita, close the hob and come along" became a part of the common language.
 
Quando abbiamo progettato questo rubinetto non è stato immediato far capire che le sue forme insolite non venivano da quel Boh, ma rappresentavano per noi un cercare di uscire da quelle linee minimali che caratterizzavano il panorama del bagno.
Cercando a lungo una forma che potesse ispirare simpatia ma con semplicità, mantenendone un carattere forte ci è venuto in mente il personaggio di Carmencita, prima donna della Lavazza, e geniale serie di pupazzi animati creati da Armando Testa nel 1965, tra cui l'innamorato Caballero, che con la frase "Carmencita sei già mia, chiusi il gas e vieni via" entrò nel linguaggio di tutti.
 
 
So we created Miguel, that respected (gun apart) the essence of Caballero: Sombrero, conic shape, goofy but smug. Obviously after that I came up with the challenge Carmencita Vs Julieta... Who kicked ass? ;) 
 
Così è nato Miguel, che rispecchiava (pistola a parte) l'essenza di Caballero: Sombrero, forma a cono, buffo ma spavaldo. Ovviamente poi è nato il Carmencita Vs Julieta...Chi l'ha vinta? ;) 
 
 
 
Tap - design ErvasBasilicoGirardi
 
I was wearing:
H&M long dress
H&M red ballerinas
Kiko 804 Coral nail polish
Sonia Rikiel bracelet found at polyvore
Nardelli clutch already seen here
Brandless 1978 red foulard (thanks granny's closet)