venerdì 12 luglio 2013

Type it


 
Everybody are into this. Designers, consumers and fabrics know that joined to the word "high quality" there's another one that is "custom". More and more we want to make the space that surround us more personal and close to our way to live and communicate; make people come into our world making them perceive exactly our spirit, our taste, the treasure collected during our travels, the post - its smashed on our fridges. Online (yes I was adding to cart on a shopping site) I've found Tabisso, a french contract brand that produces these alphabetic characters seats from A to Z ad numerical from 0 to 9, completing the Typographia collection with lamps that represent punctuation symbols + asterisk and hashtag ( to make the message more social ;) Like it or not I think anyway that is a clever and cute idea, most of all if I have to think about a bar or club owner who want to entertain their clients making them chase the seat with the starting letter of their name; or in case of previously taken, to invent their possible new fake name (Sorry the divagation, but I'm kind of liking this thing)... I have immediately composed our acronym #EBG. So what do you think: it works?
 
Ormai se ne stanno accorgendo in tanti, designer, consumatori e aziende, la parola d'ordine, insieme ad "alta qualità", è "personalizzazione". C'è il desiderio sempre più forte di rendere lo spazio che ci circonda più vicino al nostro modo di vivere e di comunicare, di far entrare nel nostro mondo le persone facendole percepire esattamente di che spirito siamo fatti, i nostri gusti, i tesori raccolti durante i nostri viaggi, i messaggi veloci scritti sui post-it dei nostri frigoriferi. Navigando in rete ( si ok, era shopping online)  ho trovato Tabisso, un marchio francese contract che produce queste poltroncine alfabetiche dalla A alla Z e numeriche dallo 0 al 9, completando la linea Typographia con lampade che rappresentano simboli di punteggiatura + asterischi e hashtag (per rendere il messaggio più social ;) Che piacciano o meno trovo comunque intelligente e simpatica l'idea che hanno avuto, soprattutto se dovessi pensare a chi è proprietario di un bar o un locale e vuole far divertire i suoi clienti alla caccia della poltrocina con la lettera iniziale del loro nome; o se per caso non fosse disponibile a inventare quale potrebbe essere il proprio finto nome con la lettera dove ci si sta per sedere (Scusate la divagazione ma questa cosa mi sta piacendo)... Io ho subito composto il nostro acronimo #EBG. Che dite: funziona?
 
 
 
 
 
 
 
 


 

Tabisso Seats
Typographia collection

I was wearing

Accessorize hat
Alcott white shirt
Silvian Heach pants
Zara heeled sandals (old)
X earrings (bought in Istanbul)