giovedì 30 maggio 2013

Chanel my way

 
 
“I love luxury. And luxury lies not in richness and ornateness but in the absence of vulgarity. Vulgarity is the ugliest word in our language. I stay in the game to fight it.” Coco Chanel
 
"Amo la lussuria. Essa non giace nella ricchezza e nel fasto ma nell’assenza della volgarità. La volgarità è la più brutta parola della nostra lingua. Rimango in gioco per combatterla." Coco Chanel
 
 In my hands Lirio design by ErvasBasilicoGirardi
 
 
 
 
 


 
Chanel has always been a dream. For me represent not only a brand, but also the image of a brave, ambitious, pragmatic woman, with a big entrepreneurial intuition and so much charisma to fill all the spaces that she pass through. Considering that Madame Chanel started her career creating hats, couldn't I love her? Black, white, laces and chains, pearls and camellias. And then "she". The 2.55, that become one of the maison icons, and that is finally in my wardrobe.
 
Chanel è da sempre un sogno. Per me non rappresenta solo un brand, ma l'immagine di una donna coraggiosa, ambiziosa, pragmatica, con un grande intuito imprenditoriale e così tanto carisma da riempire le stanze che attraversa. Considerando che Madame Chanel ha iniziato la sua carriera creando cappelli, come facevo a non amarla? Nero, bianco, fiocchi e catene, perle e camelie. E poi lei. La 2.55, che da quel febbraio è diventata un' icona della maison, e che finalmente è nel mio guardaroba.
 
Chanel 2.55 classic flap
Miu Miu leather platforms - Net - A - Porter
Gianfranco Ferré man shirt
Overall Zara
Top bouclé-tweed Maggie
Scott & Co. London Label hat