venerdì 30 novembre 2012

Good stools go to heaven (with a Zest redemption)





Diane Von Furstenberg SS 2013

I wonder how might be these famous "stairs to heaven"... I always think about this place every time that I think about the question. In facts hard... These, that I've shooted, I did it many times, while someone always some stairs over my side gived me a peek and said "Ow, c'mon!". Even this effort thought and sleeved I wanted to come back because is really like this that I imagine they are. Endless, straight and minimal. For the occasion I thought it was a good idea to render homage the essential spirit with an... Can I call it college board outfit? All black with around the neck a necklace with the keys of the secret rooms where at one point the mean mother...Ok I'm passing through. But the mind movie really worked well, I have to admit it. I took with me also our New York stool that gives back the idea of essential, chosen while we were designing it. But all this black didn't convinced me so I've added a touch of  Zest in the accessories, getting inspired by design objects already on market and some Spring-Summer 2013 previews. Who knows, maybe the future Miss Rottermeier will buy a pair of Kartell's glue cinderella ;)

Ma chissà come dovrebbero essere 'ste famose "scale per il paradiso"... A me viene sempre in mente questo posto ogni volta che ci penso. In effetti faticose...Queste che ho fotografato le ho fatte parecchie volte, quando qualcuno immancabilmente di parecchie scale avanti mi guardava e diceva "Dai, andiamo!". Nonostante il ricordo di affaticamento e sbuffi sono voluta tornare perchè è esattamente così che le immagino. Infinite, dritte e minimali. Per l'occasione mi è sembrato giusto omaggiare lo spirito essenziale con un'outfit... possiamo chiamarlo da collegio? Tutto nero con al collo le chiavi delle stanze segrete, dove ad un certo punto spunta la madre cattiva e...'Mo sto esagerando. Però il film in testa funzionava devo ammetterlo. Mi sono portata dietro anche il nostro sgabello New York che rende bene l'idea di essenzialità, scelta da noi ricercata al momento della progettazione. Però tutto nero non mi convinceva e ci ho aggiunto una pennellata di Lime negli accessori, ispirandomi ad alcuni oggetti di design già in commercio e anteprime delle collezioni Primavera/Estate 2013. Chissà, magari le future Signorine Rottermeier un paio di glue cinderella di Kartell se le comprano ;)




Lime yellow  SS 2013 - Little Marc Jacobs fashion collection
Chanel SS 2013

Kartell - glue cinderella


Dior Cruise 2013 - Lime (602)


Smeg FAB30VES7 combined Fridge vintage '50 - Green Lime


Dress: H&M
Shoes: Trabattoni
Hat: Fedora Stetson
Bag: No brand
Earrings: H&M
Keys Neclace: Accessorize
Watch: Calvin Klein - CK Mirror























mercoledì 28 novembre 2012

Spring please come soon - MSGM SS 2013


Let's tell the truth. Awful weather, rain, cold, and november. Ok, I think I've said enough to get into a depressive mood; I think that most of the one's who spend a lot of time in the office watches out of the window almost once, let's say two, better three:
a)I'm hungry
b) I have to hurry up
c)Friday come soon
d) I want holidays in a warm nice place
So, let's say that about the latest thought the warm idea reminds immediately to something light, by clothes, by colors, by state of mind... In the web I've noticed an outfit image that impressed me a lot (the third one form the top), and getting curious I've clicked on the site refered to. Go, then www.msgm.it, clic, research. I've immediately opened the collection woman SS 2013 and I've been fascinated by all the outfits, where i've noticed strong imprinting about '20 and '70, wich I'm in love to, and Ive see also some contamination of african and indian patterns, that took my attention most of all for the idea to use vivid, lightly desaturated colours and matched in a delicate way. Everything traced by clear lines, typical of the asiatic style, often exquisitely used as a boundary crossing. Down here I've chosen the outfits I like most, with some inspiration/matching personal inspiration, an outline of what this beautiful creations reminded me.

Diciamoci la verità. Tempo infame, pioggia, freddo, e novembre. Ecco, ho già detto abbastanza per deprimersi abbastanza; credo che chiunque passi la maggior parte del tempo davanti ad una scrivania guardi fuori dalla finestra pensando almeno una volta, facciamo due, anzi tre a :
a) ho fame
b) devo finire in fretta
c) venerdì muoviti
d) voglio andare in vacanza al caldo
Ecco, diciamo che sull'ultimo pensiero l'idea del caldo rimanda subito all'idea di leggero, dei vestiti, dei colori, dello stato d'animo...Navigando in rete ho notato un'immagine di un'outfit che mi ha colpito moltissimo (il terzo partendo dall'alto), e presa dalla curiosità ho cliccato sul sito di riferimento.
Vai, allora www.msgm.it, clic, cerca. Ho immediatamente aperto la collezione woman SS 2013 e sono rimasta affascinata da tutti gli outfit proposti. Ho notato un forte richiamo agli anni  '20 e '70, dei quali sono innamorata, e ci ho visto anche qualche contaminazione di pattern ispirati ai batik africani e indiani, che hanno attirato molto la mia attenzione soprattutto per l'idea dei colori vivaci, leggermente desaturati e accostati in modo delicato. Il tutto tracciato da linee molto pulite, tipiche dello stile asiatico, spesso squisitamente utilizzato come linea di confine. Qui sotto ho scelto gli outfit che preferisco, con alcune immagini di ispirazione/matching personale, un riassunto di quello che queste bellissime creazioni mi ricordano.











Images courtesy: carine guessom, depositphotos., devianart.net, Louise Brooks






lunedì 26 novembre 2012

Do it your own


When I bought home, one of the first things that I've said to myself was "If it's not one of pur designed pieces, I want to produce them by own, or with vintage pieces, rivisited. Then, is stupid to pretend to be necessarily bohémien (Yes, I've bought Ikea dishes), there is not always all that time at disposal, and often ready made is cheap and simple. Sometimes is nice to buy maybe some other design pieces, because out there, there are really cool one's, without spending a fortune, or again, commit oneself to local artisans that often do some little masterpieces. But for the chairs research I remeber that I had a lot of fun crawling into vintage markets (great workout for business), bargaining even the dust.

Quando ho comprato casa, una delle prime cose mi sono detta è "Se non sono pezzi disegnati da noi, li voglio produrre da sola, o con oggetti vintage rivisitati. Poi, è inutile che facciamo finta di fare i bohémien a tutti i costi (i piatti dell'Ikea li ho comprati anch'io), non c'è sempre tempo, e il ready made, è spesso economico e semplice. Ogni tanto è bello acquistare magari qualche oggetto di altri designer, perchè ce ne sono davvero in giro di davvero geniali senza spendere un patrimonio, o ancora affidarsi all'ingegno di artigiani sconosciuti che spesso fanno dei piccoli capolavori. Però per la ricerca sedie mi ricordo di essermi divertita a strisciare nei mercati dell'usato (ottima palestra per gli affari), contrattando perfino la polvere.

When I saw this chair it was really a mess, its heart beated fòrmica (formaldeide) with that colour yellow canary (that never had a shower), typical od the elementary '80 school seating. " Hmm, ok, you have some potential babe". Did it. 6 chairs 60 Euro. And then the good part. Yes, because one thing you must achieve with design objects is that you can NEVER tell. So, the easy thing I've thought at the begin became a Get off-Varnish-Varnish-Varnish-Put on- Oh Noooo!-Get off- Put on. At last the result was excellent, and as usual, when you take care of something that will be your house companion you get affection of it, even if dear friend, Damn you're stiff!

Quando ho visto questa sedia era conciatissima, il suo cuore batteva di fòrmica (formaldeide) di quel colore giallo canarino, (che mai si è lavato), tipico delle sedute da scuola elementare degli anni '80. "Hmm, dai, tu del potenziale ce l'hai bella". Detto fatto. 6 sedie, 60 Euro. E poi il bello. Si, perchè una grande cosa da imparare è che "facile" con gli oggetti e il design, è qualcosa che non si può MAI dire. Quindi il facile che pensavo inizialmente si è trasformato in un lavoro certosino di Smonta-Vernicia-Vernicia-Vernicia-Rimonta- O Nooo!-Smonta-Vernicia-Rimonta. Alla fine però il risultato è stato ottimo, e come di solito accade quando ti prendi cura di quello che diventerà un tuo compagno di pranzi e cene, ti ci affezioni, anche se cara amica, Ma quanto sei dura!



It was a waste to shoot her in the house, I loved shooting it with the autumnal colours, with my Diesel bag that I've "pimped" with my golden G pin and the ceramic bracelet, bought in Provence, with pastel tones that make a really delicate constrast with the chinese silver one. And then the shoes, that I think I'm not going to take off for all the next season, from Giako, they're so comfortable, and one of my favourite outwear by Colcci.

In casa era sprecata, ho amato moltissimo fotografare il contrasto con con i colori d'autunno, insieme alla mia borsa Diesel, che ho personalizzato con la spilla G che mi è stata regalata anni fa, e i bracciale in ceramica comprato in Proveza, dai toni pastello che hanno un dolcissimo contrasto con l'argento di quelli cinesi. E poi le scarpe che penso non mi toglierò per tutta la prossima stagione, sono di una comodità pazzesca di Giako, e uno dei miei preferiti capispalla di Colcci.










Jeans: Diesel Industry - www.diesel.com
Shoes: Giako
T-Shirt: NLGX design www.nlgx.org
Outwear: Colcci - www.colcci.com
Scarf: H&M

venerdì 23 novembre 2012

Design book interview






This is the interview for Leonardo Tv at the program design book, made to our studio last year, where I've discussed about some of our projects that we have developed since the ErvasBasilicoGirardi team borned, eight years ago.We made a selection of the items that we think are more representative for our projectual way to see and perceive the industrial product, and the way we follow its entire process of development. I was very lucky to be interviewed by Giorgio Tartaro, an important journalist in the design and architecture area, that have been very supportive and made this meeting an unformal and pleasant conversation. (I'm really sorry that the interview is only in italian, but the hosting Tv is italian) Down here I've posted the pictures of the questioned objects. I would be really happy to hear your impressions and comments. Hope you enjoy!

Questa è un'intervista fatta per Leonardo Tv al programma al design book, dove ho esposto alcuni dei progetti che abbiamo sviluppato da quando è nato il team ErvasBasilicoGirardi otto anni fa.
Abbiamo fatto una selezione degli oggetti che pensiamo rappresentino al meglio il nostro modo di vedere e percepire il prodotto industriale, e in che modo seguiamo il suo intero processo evolutivo.
Sono stata molto fortunata ad essere intervistata da Giorgio Tartaro, importante penna nell'ambito del design e dell'architettura, il quale mi ha molto supportato e reso l'incontro un' informale e piacevole conversazione. Ho postato qui sotto anche le foto degli oggetti in questione. Sarei davvero felice sentire i vostri commenti ed impressioni. Buona visione!


 Libra - table lamp - Isoluce


Lirio - Freddi bagno


Miguel - Rubinetterie Gaboli

Flamingo - 2G communications


black neutra - Freddi bagno

Helpy - Freddi bagno
Professional router - Pirelli


Domitilla - Isoluce


Shanghai handle on Nota bathroom furniture - Freddi bagno

bathroom furniture - Freddi bagno


NY stool
All the objects shown are designed by ErvasBasilicoGirardi www.ervasbasilicogirardi.it Thaks to: Freddi bagno Isoluce Pirelli 2Gcommunications Rubinetterie Gaboli - Host/journalist Giorgio Tartaro www.leonardo.tv www.arturotv.tv